Modern Finger Waves

Il “Finger Wave” in realtà è un metodo per fissare i capelli… un’acconciatura che risale agli anni ’20 e ’30 e che è stata riproposta da diversi hairstylist nelle ultime sfilate per il prossimo autunno-inverno 2017-18Oscar De La Renta, Marc Jacobs, Chanel… etc.etc…Di cosa si tratta?! Come dice lo stesso termine in plurale “Finger Waves” letteralmente significa “Onde che per ottenerle bisogna modellarle con le dita”… La tecnica tradizionale, inventata negli anni ’20 da Marcel Grateau detta anche Marcelling vuole che si “pizzicano” i capelli tra le dita dopo averli inumiditi con un prodotto specifico di styling… si fermano con delle pinze lunghe… Ovviamente ai giorni nostri per i capelli più lunghi ci si aiuta con la hair straightenerUna volta completamente asciutti i capelli si sciolgono e si pettinano in direzioni alternate per ricreare la forma delle onde… Quando si ottiene il risultato desiderato i capelli vengono fissati con dei prodotti di finish per aiutare a mantenere la loro forma… In America quest’anno è stata una delle acconciature sposa più richiestaNel corso degli anni abbiamo visto molte star di Hollywood sfoggiare questo tipo di hairstyle… Le “Finger Waves” subito evocano l’epoca d’oro del Cinema, ed è per questo motivo sono state reinterpretate in chiave moderna… molte celebrities scelgono questo look per dare un tocco ancora più glamour al loro outfit elegante e sofisticato… a dimostrazione che ispirarsi ad un genere così retrò fa sorgere la voglia di evocare quell’atmosfera da Grande Gatsby anche nei nostri look odierni!!!

Sotto BeyoncéSotto Kate Bosworth Sotto Nicole RichieSotto January Jones Sotto Tyra Banks Sotto Arizona Muse Sotto Amy AdamsSotto Evan Rachel WoodSotto Cara DelevingneSotto Demi Lovato Sotto Coco Rocha A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Red Carpet Venezia 2017

La scorsa settimana si è svolta a Venezia, la 74ª edizione del Festival del Cinema… Dal red carpet ci arrivano moltissime ispirazioni in materia di hairstyle… I look sfoggiati dalle star al Lido, ci offrono molti esempi di acconciature da copiare non solo per le occasioni più eleganti… Infatti il mood di quest’anno è: Casual Chic

Sotto Serena Rossi… Chignon con motivo a torchon e leggero volume frontale… un effetto naturalmente femminile che libera il volto e valorizza lo sguardo… Sotto Patricia Manfield che opta per un raccolto morbido e voluminoso, che lascia libere alcune ciocche sottili… Sotto Matilda De Angelis ha scelto un messy lob con accenni di lucentezza wet… Sotto Bruna Marquezine… capelli pettinati all’indietro per creare un wet look super sexy… Sotto Eleonora Carisionde corpose e morbide che ben le incorniciano il viso… Sotto Silvia D’Amico con una coda bassa leggermente elaborata… un’acconciatura che mette in risalto il mosso della sua chioma… Sotto Anna Foglietta che sfoggia le Flat Waves, le onde piatte che sono andate tanto di moda quest’estate… Sotto Matilde Gioli con una maxi treccia effetto wet dal carattere glam-rock… Sotto Rita Hayek con una coda bassa che raccoglie delle onde morbide il tutto separato  dalla riga al centro… Sotto Marta Pozzan, anche lei con una ponytail ma questa volta con un accenno di volume in stile anni ‘60 sulla parte frontale… Sotto Emma Marrone… anche lei opta per le versatili Flat Waves… Sicuramente è l’acconciatura passepartout del momento…Sotto Bianca Balti con uno chignon dallo stile nipponico… minimal e pulito che slancia ancora di più la sua figura… Sotto Eva Riccobono… con riga di lato e onde d’ispirazione vintage… Sotto Jasmine Trinca… Per lei un’acconciatura moderna e minimal… semplicemente i capelli portati indietro… e tenuti ben aderenti ai lati… Sotto Francesca Cavallin con onde messy che accarezzano le spalle, le danno un allure da diva… Sotto Caterina Shulha con un corto easy chic, dove sulla lunghezza del maxi ciuffo laterale si può fare un accenno di Flat Waves… Sotto Micaela Ramazzotti… con un corto in stile Bowl Cut… grintoso e super femminile… 

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Pastelage

Da tempo, i colori pastello hanno conquistato il mondo dell’hairstyle… A confermarlo è il nuovo hair trend, che sia chiama  Pastelage… Una tecnica che colora ciocche e chiome di innumerevoli tonalità pastello, dalle più delicate fino alle più grintose

Sotto il color pesca che tanto successo ha avuto quest’estate… Il Peach Color è stato senza dubbio, una delle colorazioni più gettonate!!! Sotto Julianne Hough… che sfoggia un Pink, che è diventato il colore pastello must have per chi vuole dare un’aria fresca e sbarazzina al proprio look… Sotto una delle tonalità pastello che mai avremmo potuto proporre qualche anno fa, ma che ha conquistato letteralmente le fashion victims di tutto il mondo… l’azzurro, nella versione Denim…  Ma in realtà cos’è il Pastelage? Per rispondere alla domanda dobbiamo fare un passo indietro verso il suo predecessore: il Balayage… Spesso confuso con lo Shatush, la differenza tra le due tecniche di colorazione è sostanziale… Infatti il Balayage richiede una maestria molto precisa che permette di lavorare su tutta la lunghezza del capello, non solo sulle punte (come invece si realizza con lo Shatush)… Il risultato finale è un effetto naturale ed elegante…  Le sfumature usate per il Balayage tradizionale, sono solitamente quelle affini al colore di partenza… e non si improvvisano voli e sfumature pindariche… c’è il Balayage rosso, quello Biondo e quello Castano, ma di sicuro non ci sono mai stati accenni di blu, rosa o verde… etc.etc… Almeno, non ci sono stati “accenni colorati” fino all’arrivo del Pastelage, che altro non è che un Balayage che osa e che sceglie l’originalità dei colori pastello… E pensare che i capelli color pastello, fino a poco tempo fa, godevano di una allure negativa perché nati negli ambienti punk e tipico di ragazze “trasgressive”…  Se l’associazione era “colore = trasgressione”, adesso è “colore = cool”… Un po’ anche merito delle tante celebrities con capelli corti o lunghi, super curati e idratati, che hanno scelto di sfoggiare  un colore non convenzionale… e che hanno messo sotto i riflettori una versione più chic e sofisticata dei “capelli color pastello”

Sotto Hilary Duff Sotto Demi Lovato Sotto Kelly Osbourne Sotto Cara Delevingne  Sotto Rita Ora 

Le sfumature del Pastelage più richieste della prossima stagione saranno: il magenta, il lavanda, il rosa e il blu… ma gli hairstylists scommettono molto anche sul verde menta… e sul verde petrolio Non solo, in certi casi, per il Pastelage non ci si limiterà alle sfumature di uno stessa nuance, ma si potrà giocare con un mix di sfumature di più colori pastello

Sotto Georgia May Jagger
A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Collarbone Cut

Sicuramente nell’anno 2017 i tagli medi sono stati i protagonisti indiscussi della scena dell’hairstyle… Si fa presto a dire taglio medio”, ma la verità è che in quella decina di centimetri che va da sotto l’orecchio fino a toccare le spalle si nasconde un universo di tagli e styling molto diversi!Tra i tagli medi più diffusi del 2017 c’è il Collarbone Cut… Di cosa si tratta?! Il Collarbone Cut è il taglio in cui le ciocche più lunghe sfiorano le clavicole e accarezzano le spalle… Lo si capisce già dallo stesso nome… Infatti la parola collarbone in inglese significa proprio la clavicola Il Collarbone Cut si può declinare in vari modi, dal taglio medio scalato o sfilato… Quindi non può essere considerato necessariamente un Long Bob perché esiste la versione stratificata del Collarbone CutOppure si può ottenere un taglio più netto e pareggiato… certamente appartenente alla categoria del Long Bob… ma in una versione più piena che evoca il Blunt Cut, cioè il taglio netto e definito…Il Collarbone Cut è un taglio che sfrutta la sua aria sbarazzina, dalle caratteristiche particolarmente bon tonUn taglio moderno che è risuscito a conquistare nell’ultimo periodo una variegata platea di donne di diversa età, famose e non… che hanno trovato in questa pettinatura un alleato di bellezza capace di rinnovare con grazia e femminilità il proprio look, dando forma a diverse soluzioni da poter personalizzare in varie acconciature… Inoltre il Collarbone Cut ha la lunghezza sufficiente per legare i capelli in una coda bassa, un piccolo chignon o un mezzo-raccolto che magari coinvolge una braid o un half-bunIl Collarbone Cut dimostra così di essere davvero un taglio versatile… Forse è proprio questa la chiave del suo successo e il motivo per cui sono davvero in tante a sceglierlo…

Sotto Gwnith PaltrowSotto Olivia MunnSotto Alessandra D’AmbrosioSotto Rosie HuntingtonSotto Dakota JohnsonSotto Chloe Grace Moretz

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Mullet Reloaded

Come abbiamo detto più volte l’estate del 2017 ha segnato il ritorno di alcuni stili classici… Oltre ai capelli ricci, sia sui capelli di media lunghezza sia su quelli corti, che evocano le mode degli anni ’80… un altro grande ritorno è il taglio Mullet… un haircut che, tra corsi e ricorsi, dalla fine degli anni ’70, ha attraversato tutti gli anni Ottanta, per riproporsi in versione fashion ai giorni nostri… Sotto Zara, Fall/Winter 2017-18Il taglio Mullet nel corso degli anni venne considerato non proprio il massimo dell’eleganza, a causa delle “proporzioni”Unisex e trasversale perché indossato al maschile e al femminile, si tratta, per intenderci, del taglio di capelli di Mick Jagger, Keith Richards, Rod Stewart, look caratteristico degli anni ’70… e dei Duran Duran e di tutte le band glam rock di quel periodo, sfoggiato appunto negli anni ‘80… Al femminile, invece, il taglio Mullet fu reso iconico grazie alle “teste” di Patti Smith, Jane Fonda e Debbie Harry, la cantante dei Blondie… sotto uno scatto d’epoca di Debbie Harry e la rivisitazione del suo taglio da parte dell’hair stylist Guido Palau

Addirittura la cantante Chrissie Hynde, la frontwoman dei Pretenders, che con il suo Mullet liscio ha ispirato generazioni di donne, fino ad oggi è rimasta fedele a questo taglio di capelli…

E rimanendo in tema Rock, ecco il taglio grintoso della cantante Joan Jett… tratto da un articolo di VogueBasta dare un’occhiata ai backstage degli ultimi fashion show per rendersi conto di quanto il taglio Mullet sia ancora ben vivo… Sotto dalla sfilata di Alexander Wang Fall/Winter 2017-18Interpretato in forme diverse, il taglio Mullet arriva ad essere uno Shag iper-stratificato… Una sorta di stile punk ultra-moderno… uno stile adatto alle donne anticonformiste che per scelta di vita non stanno alle regole e non sono legate agli schemi… ma non per questo smettono di essere sofisticate e glamour… Sotto la modella Edie Campbell per la campagna pubblicitaria di Yves Saint LaurenIl taglio Mullet permette di flirtare sia con i capelli lunghi che con quelli corti, anzi diventa un’alternativa originale e decisamente up to date quando si passa dal lungo al corto e la chioma sembra non avere una forma definita… Soprattutto se lo si porta leggermente mosso, morbidofluido e non rigido come era di moda negli anni ’80… È un ottimo modo per dare personalità ai capelli! Uno stile dal piglio punk-rock, audace e mai banale!

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share