Ricci d’Estate

E’ cosa risaputa che tra i capelli ricci e l’estate non c’è mai stato un grande “feeling”… per un semplice motivo: il nemico numero uno del riccio è il sudore, che appiattisce il riccio privandolo della sua elasticità… Infatti se si desidera avere un riccio curato, esteticamente perfetto, per tutta l’estate, è indispensabile preservare la salute del capello durante le frequenti esposizioni al sole, quindi si consiglia di abbondare sempre con prodotti solari protettivi e nutrienti, anche in versione spray per facilitare le applicazioni durante il giorno e maschere ristrutturanti da fare dopo la spiaggia

Sotto Emmy Rossum

Insomma la cura che va dedicata ai capelli ricci è fondamentale… per non ritrovarsi con una massa informe e crespa! Innanzitutto lo shampoo, che deve essere scelto specificamente per capelli ricci, mentre il balsamo non deve essere troppo pesante e soprattutto sarebbe meglio applicarlo solo sulle punte per non appesantire il tutto…

Sotto Jasmine Sanders

Per quanto riguarda l’asciugatura, utilizzare un diffusore per il phon, magari applicando prima una mousse o un prodotto termo-protettivo ed elasticizzante… Infine, si può applicare del gel per definire al meglio le ciocche e il riccio…

Sotto Shay Mitchell

Ormai dunque non è poi così difficile gestire i ricci, grazie anche a prodotti in grado di domarli, rendendoli più morbidi e gestibili… Il merito va soprattutto alla Moda che li ha riportati in auge stimolando gli hairstylist a studiare tagli e acconciature specifiche, abbiamo visto una grandissima varietà di forme: dal riccio naturale, ad un effetto very curly, a capelli afro… Quest’anno le tessiture diventano multiformi e prendono ispirazione dalla street culture

Sotto dalla sfilata di Louis Vuitton Spring/Summer 2019Sotto Bella HadidSotto dalla sfilata Moschino Spring/Summer 2019 Sotto Halle Berry

Sotto dalla sfilata di Etro Spring/Summer 2019Sotto Selena GomezSotto dalla sfilata di Mango Spring/Summer 2019Sotto Rita Ora

Inoltre, Bob e Lob, vere acconciature must have del momento, hanno dato un grosso aiuto perché si prestano alla perfezione non soltanto alle onde ma anche ai ricci… Ormai non è più difficile giocare con forme e lunghezze, grazie anche al ritrovato taglio Shag, ovvero “lo scalato ad arte” che riesce a dare una forma anche alle teste ricce più indomabili… Questa tendenza non esclude la frangia, che anche quest’anno potrà essere indossata anche da chi ha i capelli molto mossi e ricci

Sotto Greta FerroSotto Valeria GolinoSotto ZendayaSotto Alanna Arrington

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Il nuovo Shag Haircut

Il taglio di capelli detto “Shag”, di cui in passato abbiamo già parlato, è nato alla fine degli anni ’60, inventato da Paul McGregor, hairstylist di New York che tagliò i capelli a Jane Fonda per la prima volta nella fatidica “forma shag” e da quel momento in poi quello sarebbe diventato un taglio iconico, e riproposto nei successivi decenni… Infatti fu molto popolare negli anni ’70 e negli anni ’80… e anche oggi e per il prossimo 2019 torna di grande attualità come alternativa ai popolarissimi Bob, Wob e Lob…. Si tratta di un taglio dall’anima punk-rock in cui le lunghezze sono molto scalate più corte ai lati del viso e sulla sommità del capo, più lunghe sul retro Lo Shag adatto alle “acconciature movimentate”, segue le ondulazioni naturali oppure viene proposto con delle waves che sottolineano la destrutturazione del taglio..Lo Shag è uno dei tagli che può avere svariate declinazioni che hanno come fattore comune appunto il movimento… L’alleggerimento delle ciocche che vengono sfilate a varie lunghezze enfatizza il risultato dinamico e scompigliato, per un look “wild” ma allo stesso tempo moderno e contemporaneoQuesto taglio sfilato, nonostante il finish spettinato ed audace, è adatto a qualsiasi tipo di capello… Dona volume ai capelli fini e aiuta a controllare i ricci indomabili. Viene poi riproposto in ogni lunghezza: dal lungo, al medio, al corto, all’estremo pixiePerò bisogna rivolgersi ad un parrucchiere esperto per cercare il giusto equilibrio, perché ogni tipo di capello e ogni forma di viso ha il suo “shag” ideale

Sotto Freja Beha ErichsenSotto Halle Berry

Sotto Suki WaterhouseSotto Edie CampbellSotto Karlie KlossSotto dalla sfilata di Carven Autunno/Inverno 2018/2019Sotto dalla sfilata di Alberto Zambelli Autunno/Inverno 2018/2019Sotto dalla sfilata di Marni Autunno/Inverno 2018/2019

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share