Quando tonalizzare i capelli?

Il tonalizzante è una colorazione semipermanente per capelliI pigmenti diretti colorano il capello in superficie, senza andare in profondità quindi come fanno le colorazioni tradizionali… Inoltre si tratta di un prodotto privo di ammoniaca, molto più delicato rispetto ad una tinta tradizionale, capace di non danneggiare quindi il capello…. Ma a cosa serve? Perché sceglierlo? Andiamo a scoprire insieme tutto quello che c’è da sapere…A cosa serve il tonalizzante per i capelli?… Quando il proprio colore naturale risulta poco luminoso, soprattutto al rientro dalle vacanze a causa di una maggiore esposizione solare… è possibile utilizzare un prodotto tonalizzante per ravvivarlo un po’… per renderlo brillante e vibrante… Lo stesso vale per i capelli colorati… Con il passare delle settimane è infatti possibile che il colore diventi via via sempre meno accattivante... Con un buon tonalizzante è possibile ravvivarlo e avere così più tempo a disposizione prima di tornare dal parrucchiere per effettuare una nuova colorazione…Il tonalizzante per capelli ha anche un altro asso nella manica! Può essere scelto infatti per spegnere dei riflessi che si sono venuti a creare sui capelli, come ad esempio gli antiestetici riflessi giallo paglia sui capelli platino che possono fare la loro comparsa dopo l’esposizione ai raggi del soleNon solo, il tonalizzante permette di modificare leggermente la tonalità scelta per la propria chioma… È quindi possibile giocare con le sfumature di colore e cambiare il proprio look ogni volta lo si desideri senza stravolgerlo…Non solo, è anche possibile provare una nuova tonalità prima di sceglierla per la realizzazione di una colorazione vera e propria Infine, si tratta di una valida scelta anche per chi desidera curare in modo eccellente i capelli bianchi… Capita infatti che il capello bianco naturale assuma delle sfumature e dei riflessi poco accattivantiNulla che un buon tonalizzante non possa minimizzare, così da poter portare i capelli bianchi senza alcun timore e riuscire a sentirsi semplicemente splendide!Quanto dura l’effetto del tonalizzante? È piuttosto difficile rispondere a questa domanda… Molto dipende ovviamente dal tipo di tonalizzante scelto.. Alcuni prodotti infatti sono pensati per durare poco tempo, altri invece per durare un po’ più a lungo… Non è solo il tipo di tonalizzante ad incidere sulla durata dell’effetto, ma influisce anche la salute del capello… Sì, perché più i capelli sono in salute, più lunga sarà la durata del tonalizzante! Non solo, sui capelli sottili solitamente l’effetto dura meno rispetto alla durata del tonalizzante sui capelli spessi e corposi… Generalizzando possiamo però affermare che in un caso normale il colore che i pigmenti diretti del tonalizzante permettono di ottenere, si scarica dopo quattro lavaggi, sei al massimoCome scegliere il tonalizzante giusto? E soprattutto, si potrebbe fare il tonalizzante a casa?! Esistono in commercio tre diverse tipologie di tonalizzante: 1) lo shampoo tonalizzante2) il balsamo tonalizzante oppure 3) la maschera tonalizzante… Come si fa il tonalizzante a casa utilizzando questi prodotti? Lo shampoo tonalizzante è senza dubbio più semplice e soprattutto veloce da utilizzare. Deve infatti essere utilizzato in sostituzione allo shampoo di stampo tradizionale e non ha bisogno di restare in posa per agire… Anche il balsamo tonalizzante è pratico, da applicare dopo lo shampoo e da lasciare in posa solitamente per qualche minuto prima del risciacquo… La maschera tonalizzante è meno pratica in quanto deve essere lasciata in posa per un tempo variabile, solitamente da un decina di minuti a mezz’ora… Il suo effetto è però più intensoA prescindere dalla diffusione di vari prodotti per la tonalizzazione dei capelli da fare a casa è sempre consigliato affidarsi ad un esperto colorista per gestire al meglio il colore dei propri capelli… Capelli decolorati, naturali, colorati… l’haircolorist dovrà scegliere il giusto tonalizzante da prendere in considerazione… Dunque, non è solo una questione di “antigiallo”!… Esiste infatti anche il tonalizzante per i capelli castani, il tonalizzante per capelli color caramello, quello per capelli neri, per capelli rame o rosso fuoco. Senza dimenticare i colori più stravaganti…. Sì, perché esistono tonalizzanti anche per capelli rosa, verdi, blu, perfetti per ravvivare le chiome in assoluto più pazze… Non solo, si possono provare questi prodotti dai colori stravaganti anche sul biondo e sul castano… Si riusciranno a creare dei riflessi allegri e vivaci, ideali per chi vuole cambiare e sentirsi un po’ più sbarazzine…

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Capelli Post Estate

Sfibrati, con punte visibilmente distrutte e privi della loro originale lucentezza… Queste sono le caratteristiche dei capelli post estate, messi duramente alla prova da sole, cloro, bagni in mare e minori attenzioni rispetto a quando si è in città… L’appuntamento dal parrucchiere, così, si fa prioritario nell’agenda del rientro!Le principali problematiche si riscontrano sulla cute sensibilizzata dal sole e dai lavaggi frequenti… Le lunghezze risultano disidratate e, indurendosi, si spezzano più facilmente, mentre il colore sbiadisce, perdendo lucentezza e intensità… A risentire dei danni dell’estate sono tutte le tipologie di capello, indistintamente, che siano sottili o più spessi…Sul fronte colore, invece, qualche differenza c’è… Le nuance maggiormente a rischio sono quelle più delicate, come ad esempio le sfumature intense del rameOppure i colori “crazy”, dai rosa ai lilla fino ai fluo, che perdono tono molto facilmente… Se le chiome sono particolarmente disidratate, inoltre, fanno fatica anche per il post recuperoIl capello schiarito è sicuramente anche il più sensibile, ma se il lavoro è stato fatto con cura e alla base c’è un buon mantenimento la struttura non risulta compromessa…C’è chi taglia i capelli prima di andare in vacanza, ma la mossa più furba è farlo dopo! Meglio usare le vecchie punte al mare e tagliarle al rientro… In questo modo si eliminano quelle doppie, sempre in agguato dopo l’estate e si ridefinisce il taglioIl recupero delle lunghezze prevede reidratazione e ricostruzione della fibra oltre che ricostruzione delle tonalità, naturalmente da valutare caso per caso, per una personalizzazione massima con dei prodotti specifici…E poi c’è la cute, che merita qualche attenzione in più… Per aiutarla a riequilibrarsi e non avere problemi di caduta nel cambio stagione, si consiglia di trattarla con una maschera lenitiva decongestionante Dopo un paio di settimane, poi, si esegue una pulizia profonda, nel proprio salone di fiducia, per aiutare i nuovi bulbi a ristabilire una normale crescita dei nuovi fusti piliferiSenza dimenticare una buona integrazione alimentare… perché la salute dei capelli comincia a tavola! Buon rientro dalle vacanze!!!

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

La tecnica del Cowashing

I capelli risultano spesso molto stressati a causa dei continui trattamenti ai quali sono sottoposti e anche per via dell’inquinamento atmosferico che tende a sporcarli velocemente… I lavaggi troppo frequenti non sembrano essere la soluzione migliore per dare lucentezza ai capelli, perché le detersioni ripetute possono stressare ancora di più il cuoio capellutoLa maggior parte degli shampoo in commercio, infatti, contengono alti livelli di solfati per detergere e sgrassare a fondo i capelli e, a volte, possono essere la causa di capelli secchi, deboli e sfibrati… Allo stesso modo, anche le cuti più delicate possono essere leggermente irritate dalle sostanze tensioattive contenute negli shampoo…In tutto il Mondo sta prendendo piede la tecnica del “Cowashing”, lavare i capelli senza usare lo shampoo… Infatti la parola Cowashing unisce i termini “conditioner” e “washing”… e vuol dire lavare i capelli con il balsamo!A questo punto vediamo nello specifico in che cosa consiste la tecnica del “Cowash” o del “Cowashing”… Bisogna procurarsi mezzo bicchiere di zucchero di canna e mezzo bicchiere di balsamo Lo zucchero di canna effettuerà un vero e proprio scrub sulla cute, eliminando sporco e untuosità…  Il balsamo deterge con delicatezzaLa cosa importate è scegliere un balsamo che non abbia siliconi perché questi ultimi seccano i capelli e aumentano le doppie punte… Se si vuole un effetto ancora più vellutato, si può aggiungere anche un cucchiaino di miele al compostoSi uniscono gli ingredienti in una ciotola e si sbatte il composto con una frusta per eliminare ogni grumo e creare un impacco facile da stendere… Si applica il composto sopra i capelli che saranno stati precedentemente inumiditi, massaggiando bene la cute per almeno cinque minuti con movimenti circolari per far sciogliere lo zucchero e attivare la sua azione esfoliante… Si procede con le lunghezze senza esagerare con le quantità per non appesantire i capelli e, successivamente, si lascia in posa il composto per qualche minuto prima di procedere al risciacquo… Per un risultato impeccabile, si utilizza acqua tiepida… Infatti troppo l’acqua calda o troppo fredda potrebbe rovinare i capelli… ci si assicura di rimuovere ogni residuo… A questo punto, non dovrete far altro che tamponare le lunghezze e procedere con styling e asciugatura!Il Cowash può essere personalizzato a seconda della tipologia di capelli… Se si hanno i capelli grassi basterà aggiungere del bicarbonato di sodio, per ottenere un effetto leggermente astringente, che aiuterà a controllare lucidità e capelli oleosi… Oppure il succo di un limone da sostituire al bicarbonato e diminuendo la quantità di zucchero… In questo modo i capelli saranno più puliti e più leggeri E se si soffre di forfora o cute irritata, si può provare con qualche goccia di Tea Tree Oil per lenire e calmare il cuoio capellutoSe invece si hanno i capelli secchi, al composto originale si può aggiungere un cucchiaino di Aloe Vera e uno di Burro di Karité… Massaggiate questa maschera sulla testa per almeno cinque minuti e poi risciacquante abbondantemente… i capelli risulteranno subito più luminosi e fortiPer i capelli fini e fragili, la soluzione giusta è affidarsi all’Olio di Ricino che aiuterà il cuoio capelluto ad aumentare la produzione di sebo, oltre a lucidare le lunghezze e renderle morbidissime…Se si hanno i capelli ricci, si potrà aggiungere un cucchiaio di yogurt, oppure uno di Olio di Argan… oppure uno di Olio Cocco… per assicurarsi una maggiore idratazione ed elasticità dei ricciPer prevenire l’effetto crespo, o quando la chioma si vede particolarmente opaca… la soluzione migliore è aggiungere un paio di cucchiai di Aceto di Mele alla formula base per regalare alla chioma tutte le proprietà antisettiche di questo ingrediente… anche per facilitare quando si pettinano i capelli affinché non si spezzino e stimolare la naturale crescitaL’unica regola quando si parla di Cowashing è dare il tempo ai capelli di abituarsi al trattamento e trarne tutti i benefici, magari alternando durante i giorni, un normale shampoo ad un composto di Cowash… Già dopo un mese la chioma risulterà molto più luminosa e tenderà a sporcarsi sempre meno col passare del tempo…

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Hair Remise en Forme

In estate il mix di vento, raggi solari e salsedine, sebbene rincuori lo spirito, non sembra avere effetti salutari sulle nostre chiome che appaiono spente e opache In questi casi bisogna affidarsi ai consigli degli esperti per una bella “Hair Remise en Forme”, rimettere in forma i nostri capelli… per ridare lustro al nostro colore messo a dura prova da lunghe giornate passate tra sole, mare o piscina…Il viraggio del colore, in particolare del biondo, dipende da alcuni metalli pesanti che sono contenuti nel cloro, ma anche nell’acqua delle doccette della spiaggia e dell’azione schiarente dei raggi solari Una buona soluzione è quella di affidarsi ad un professionista che, in salone, farà una nuova colorazione senza agenti ossidanti, per non rovinare i capelli già sensibilizzati… “Tonalizzazione” in questo caso è la parola chiave… cioè, stare attenti a non aumentare le schiariture perché non avrebbe senso, ma solo ritoccarle per togliere il brutto effetto arancio che inevitabilmente peggiora in questo periodo dell’anno…Alcuni nuovi tonalizzanti hanno un effetto booster… cioè intensificano il coloreContengono pigmenti che, oltre a nutrire la fibra capillare, restituiscono luce, brillantezza e intensità… Il booster ha le stesse proprietà della maschera per capelli e viene quindi usato dopo lo shampoo Infatti alcuni tonalizzanti si applicano dopo aver lavato i capelliIl tonalizzante si applica in modo uniforme e si lascia in posa… Dopo si risciacqua abbondantementeDopo aver applicato questo genere di booster bisogna tener conto che il calore incide sulla qualità dei pigmenti, quindi gli esperti suggeriscono che si dovrebbe evitare la piastra e il ferro arricciante almeno per alcuni giorni… e di usare il phon solo con aria tiepida…O addirittura, considerando le belle giornate… l’ideale sarebbe asciugare i capelli all’aria apertaDopo lunghe esposizioni al sole e tanti bagni in mare, i capelli subiscono uno shock meccanico dovuto ai raggi UV e allo sfregamento della salsedine… Vengono privati di idratazione, elasticità e di quell’apporto di cheratina indispensabile per avere capelli forti e vitali…Per ricorrere ai ripari gli esperti consigliano dei trattamenti di ricostruzione specifici da fare in salone per i capelli sfibrati, danneggiati e indeboliti… Un’altra parola chiave dunque è “Ricostruzione”… Ricostruire la fibra capillare dall’interno per restituirle tono, elasticità e corposità… Nel contempo il trattamento interviene anche sulla superficie dei capelli:… Una buona ricostruzione li leviga rendendoli così più morbidi e lucidiTonalizzare e ricostruire!… Questi sono i veri segreti per avere dei capelli sani anche in estate… Per un ulteriore protezione quando si trascorrono tante ore in spiaggia, indossare sempre un cappello o una bandana per non lasciare i capelli esposti al sole! Mai essere colte impreparate!

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Armocromia e “Color Code”

L’Armocromia è l’arte di “decifrare” i propri colori naturali per valorizzarsi al meglio… ed è considerata una vera e propria scienza… Ormai è diventata un fenomeno nella Moda, nel make-up… così come nell’hairstyling… I colori che si abbinano bene alla pelle e agli occhi sono importanti quando si parla di capelli… Quali sono le regole? Come capire se un colore di capelli è davvero valorizzante oppure no?Decifrare il proprio “Color Code”, il codice dei propri colori… è la base di partenza determinante per studiare ogni look… fondamentale capire la “sostenibilità” della pelle, ovvero quali cromie può effettivamente reggere senza contrasti stridenti… Anzitutto la distinzione è tra una pelle a predominanza fredda oppure calda… Questa differenza si capisce velocemente accostando un foulard argento e uno oro al volto L’argento spegne moltissimo le pelli calde, che brillano con l’oro… viceversa, l’oro ingrigisce le pelli fredde, che invece risultano lunari con l’argento… Già questo è un primo indizio per capire se il colore, qualunque esso sia, dovrà avere riflessi caldi dorati oppure restare a sottotono freddo, blu o ghiaccio Ogni pelle può permettersi di spaziare tra chiaro e scuro, luce e ombra, a patto di mantenerne i sottotoni giusti, quindi senza spostarsi di troppo sulla “scala del calore” e non colore… Infatti è importante capire che per arrivare a scegliere un colore ottimale bisogna comprendere che parlare di caldo e freddo è una cosa diversa dal parlare del chiaro e scuroFatta questa premessa sulla “temperatura” passiamo ai colori… e in particolare l’Armocromia relativa al colore dei capelli

Sotto i “Biondi Vanigliati”Charlize Theron, Jennifer Lawrence e Michele Williams.

I biondi più luminosi, freddi e glaciali come l’ice o il platino, ricchi di pigmenti bianchi e blu… e desaturati di giallo e oro, illuminano le pelli più chiare e fredde… Bisogna fare attenzione se si hanno le vene blu, il tono appena rosato e ci si abbronza difficilmente…

Sotto i “Biondi Dorati”: Gisele Bundchen, Gigi Hadid e Scarlett Johansson.

Viceversa, i biondi dorati, champagne, con evidenti percentuali di miele e gold si sposano al meglio con le pelli color pesca… E per lo stesso motivo, funzionano bene anche sulle pelli più scure…

Sotto i “Castani Luminosi”: Jessica Alba, Emily Ratajkowski e Alessandra Ambrosio.

Stesso discorso di color-match per i castani luminosi: i nocciola medio chiari, i marron glacé, così come i castani più scuri ma accesi da shatush, degradè o balayage nella color palette dei caramello, birra, miele, bronzo e dintorni, valorizzano i sottotoni delle pelli dorate, quelle dai toni olivastri, così come di chi si abbronza facilmente o delle pelli etniche

Sotto i “Castani Cenere”: Keira Knighteley, Dakota Johnson e Kate Middleton.

Al contrario i castani cenere, dai riflessi bluastri e tartufo, dusty, sono ideali su le pelli che restano chiare, rosate e olivastre fredde, con occhi tendenzialmente chiari, azzurri e verdi… ne accendono la luminosità, così come i toni freschi della pelle, evitando di farla sembrare spenta o grigiastra

Sotto i “Rossi”: Jessica Chastain, Emma Stone e Zendaya.

Il rosso è la nuance più difficile da portare… Sulla ruota dei colori il rosso è opposto al verde… ciò significa che tende ad enfatizzare i toni verdastri di ogni carnagione, specie le olivastre… Ormai il principio dovrebbe essere assimilato: rossi cinnamon, cannella, speziati light, arancioni o biondi miele o fragola si armonizzano bene con le pelli chiarissime… Viceversa, i rossi profondi, velluto, vin brulé, mirtillo possono essere ben “sorretti” da pelli scure…

Sotto i “Neri”: Adriana Lima, Rooney Mara e Rihanna.

Il nero è un “non colore” che crea altissimo contrasto su ogni pelle… Questo significa che, portato “assoluto”, dona sia alle pelli chiarissime e lunari, a cui regala un’allure ancora più glaciale, quasi gotica… che alle pelli più scure e olivastre che rende ancora più intense e sexy…

Per maggiori informazioni su come scegliere il colore perfetto e per avere una consulenza di Armocromia per i tuoi capelli, vienici a trovare in salone, saremo lieti di darti qualsiasi delucidazione…

Il salone “Diamoci Un Taglio” di Roberto Dimartino
si trova a Santa Croce Camerina (RG), in Via Caucana 82/A
Per contattarci potete chiamare il numero: 0932821855
oppure scrivere alla nostra Email:
info@robertodiamociuntaglio.it

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share