Chocolate Lilac Hair

In questo autunno inoltrato, quando alle porte bussa già la stagione invernale, si cerca, come la solito, di individuare i colori che faranno tendenza e che ci accompagneranno nel corso dei prossimi mesi… Lo scorso anno 2018 gli hair colorists sperimentavano con successo il Vanilla Lilacun colore che univa in maniera morbida e non netta il biondo, il castano fumè e il viola pastello… Quest’anno ai riflessi biondi e ai colori sfumati, si preferiscono tonalità più scure e più sature… In particolare si preferisce tutta la gamma dei castani al più fondente cioccolato, dove si sovrappongono dei riflessi vibranti color lillaun viola definito da Tiare Kupenga “di ispirazione floreale”, l’hair stylist della Nuova Zelanda che ha lanciato questo nuovo trend… Il Chocolate Lilac Hair è un colore decisamente in tema con la stagione fredda…Una nuance non troppo eccentrica, ma giocosa, portabile e che sotto le luci interne artificiali o esterne ambientali appare illuminata da vibranti sfumature violaIl colore Chocolate Lilac risulta essere molto caldo con l’unione del delizioso castano cioccolato con le delicate sfumature “floreali” del viola… L’obiettivo infatti è ottenere un risultato non troppo forte… Paradossalmente, nonostante l’utilizzo del colore viola, l’effetto finale deve essere il più naturale possibileIl Chocolate Lilac si adatta ad ogni taglio di capelli, corti o lunghi non importa… e mette in risalto anche le chiome con i capelli fini… Infatti la combinazione del colore castano intenso con il viola regala un immediato effetto volume… soprattutto se le radici rimangono con la base castana… L’effetto tridimensionale sulle lunghezze è assicurato! Una colore glamour ideale per esaltare gli incarnati chiari e perfetta anche per chi ha una pelle olivastra… Le sfumature violacee tendono sempre a dare un effetto brillante… anche se bisogna sapientemente lavorarle…Ovviamente il colore va “customizzato” sui capelli di ognuna… La personalizzazione è necessaria perché la combinazione del castano e del lilla deve rispettare quanto più possibile la carnagione e ed il colore degli occhi… Non solo, in certi casi per non  stravolgere la base di partenza, si potrebbe dare  più protagonismo al castano cioccolato e fare solo “intuire” il viola con dei riflessi ben amalgamati, quasi come se fossero tono su tono… Ma questo dipende dalla bravura dell’hair colorist!

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Ginger Beer Hair

Uno dei colori che in questa stagione si sta confermando di tendenza è il “Ginger Beer”… Si tratta di una nuance che si ispira al colore della birra aromatizzata allo zenzero, che ha realizzato la colorista Kim Bonondona nel suo salone di New York… Un colore speziato che ha come base il castano ramato ma ottiene, appunto, la tridimensionalità con i “riflessi allo zenzero”Un colore caldo e vibrante che evoca il cambio di stagione e i colori della natura in questo periodo… Ma perché definirlo proprio “Ginger Beer”?! L’hair colourist Bonondona ha spiegato che per realizzare esattamente questa sfumatura di colore, ha miscelato la tonalità di rame con tocchi di rosso e di marrone… ma lavorando con il rosso a volte si ottengono dei risultati troppo pieni e compatti… Allora le è venuta in mente la birra allo zenzero con le sue “venature dorate”Dunque la bravura consiste nel riuscire a mescolare la giusta quantità di rosso. Dice Bonondona: “Se è troppo, non si otterrà mai questa precisa sfumatura… Il punto è riuscire a mantenere il colore dei capelli sempre all’interno della famiglia dell’arancione…”Questo tipo di colorazione è una delle più difficili da mantenere. Si sa che il pigmento rosso è quello che va via più facilmente durante i lavaggi… ed è quello più esposto all’ossidazione… Non solo, questo processo di “scolorimento precoce” può anche compromettere i riflessi dorati e il risultato iniziale… Affinché il tutto non si sbiadisca subito bisogna necessariamente trattare i capelli a casa con uno shampoo specifico che preservi i pigmenti e che mantenga viva la colorazione… e anche lucida…Se paragoniamo il Ginger Beer con un altro rame di tendenza in questa stagione, come il Milk Tea Hair… bisogna evidenziare che il Tè con il Latte, se ben ricordate, gioca molto più sui contrasti… cioè, quella punta biancastra su una base rame, deve spiccare ed essere molto evidente… Invece nella Birra allo Zenzero, il rame è gradualmente amalgamato con i riflessi chiari C’è anche da dire che se l’hair colourist riesce a dosare bene l’intensità di rosso e mescolare sapientemente le sfumature dorate magari evitando gli stacchi di colore, si ottiene uno dei colori che gli esperti ritengono tra i più sofisticati ed eleganti… e soprattutto molto “portabile”

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Colori “No Filter”

Il mondo dei capelli sta percorrendo due binari paralleli… C’è chi sperimenta tanti stili diversi e molto probabilmente è alla ricerca di colori folli, tagli asimmetrici, pieghe ipercomplicate… i famosi “colpi di testa”, nel vero senso della parola. C’è invece chi segue la tendenza di un look più “easy” e spontaneo. Sicuramente si esprime con la voglia di puntare sulla semplicità, a partire proprio dal colore dei capelli. Perché anche se il rosa, il verde o il blu, etc.etc… non sono certo passati di moda, la vera novità dell’universo hairstyle è proprio il ritorno alle tonalità naturali che non si allontanano dal colore originale. Uno degli obiettivi è valorizzare la chioma e trovare una soluzione “booster” che mantenga più sani i capelli… Se ci si dedica alla pelle con formule anti-age, idratazione, mantenimento e quant’altro, non si vede il motivo del perché non farlo sui capelli, partendo appunto dal colore… La moda infatti va incontro al desiderio di una bellezza “No Filter”, cioè senza filtri, più autentica… Molto lontana dall’estetica di chi, per stupire, ricorre a look estremi o “postprodotti”, alterando i colori delle foto con i famosi filtri sui social media. Ora c’è un’inversione di marcia… anche le foto devono essere naturali! Bisogna apparire estremamente autentici! Ecco quindi che, per quanto riguarda i capelli, i veri protagonisti sono i castani intensi sapientemente ingentiliti da sfumature chiarei ramati freddi o attenuati dai riflessi mielei biondi illuminati da bagliori vaniglia… Tonalità personalizzate che rispettano il colore originale di partenza, in modo da ottenere uno stile naturale ed elegante. Anche i tagli proposti sono morbidi e sinuosi, puntano a valorizzare il viso risultando estremamente chic. Questa è in assoluto la tendenza predominante dell’autunno-inverno 2019-2020

Sotto Kim Kardashian… che ha optato per un colore castano cioccolato ravvivato da schiariture non eccessive… Autore del nuovo look è l’ormai noto Chris Appleton, hairstylist anche di Jennifer Lopez… che ha denominato questo colore come “Autumn hair color: Cold Chocolate Brown” ovvero “il colore di capelli dell’autunno: un colore castano cioccolato freddo”. E senza dubbio l’effetto è naturale, regalato dai giochi di luce che danno tridimensionalità e movimento. Niente stacchi o striature evidenti e marcate, ma un effetto quasi sun-kissed che diventa preponderante soprattutto sulle lunghezze lucide e ultra glossy, donando luce al volto.Sotto Barbara Palvin… Che recentemente dal “biondo finto” passa ad un “Ash Brunette” ed entra nella top list dei colori di tendenza di questo autunno-inverno proprio per quel suo finish luminoso ultra naturale, dovuto al “biondo cenere” tendente al castano… A parte il taglio, un caschetto scalato super trendy, sfoggia appunto un castano sfumato con schiariture leggerissime sulle lunghezze, rispettoso dei suoi colori naturali… ma ancora più importante, che riprende il colore delle sue sopraccigliaSotto Zoey Deutch… A parte il “Collarbone Cut” moderno e contemporaneo… i suoi capelli color rame sono estremamente attuali… Intensi e sfumati, arricchiti da leggere schiariture che riprendono il colore “speziato” dei suoi occhiSotto Anne Hathaway… Il colore appare castano con un sottotono rosso intenso… I colori più pieni donano più densità e struttura alla chioma… I capelli risultano ancora più lucidi… e dimostrano che c’è un effetto “booster”… a dimostrazione che  dietro, a parte la colorazione, c’è un processo di mantenimento e di cura… alla fine i risultati si vedono!Sotto Gigi Hadid… fedele al suo colore biondo, non stravolge assolutamente il suo aspetto naturale… segue la tendenza del “blonde” con i riflessi vaniglia che risulta essere cremoso e avvolgente, non essendoci stacchi di colore o striatureI riflessi dorati accompagnano il contorno del suo viso ed esaltano il colore dei suoi occhiSotto Rosie Huntington… In questo caso si parte lavorando dalle radici più scure e a sfumare le lunghezze, non creando eccessivi contrasti… Il risultato deve essere graduale e omogeneo… Da notare che le radici riprendono il colore delle sopracciglia…. e le schiariture sulle punte stanno bene ed esaltano il colore del suo incarnato… Un perfetto mix che dimostra che a volte la scelta del colore biondo, può essere naturale ed estremamente rispettoso dei colori originali

Sotto altri celebri esempi di Colori “No Filter” diventati iconici!

Il “Cioccolato Fondente” di Meghan MarkleIl “Castano Miele” di Kate MiddletonIl “Butter Blonde” di Blake LivelyIl “Copper” incofondibile di Drew Barrymore

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Milano Fashion Week SS 2020

E’ appena iniziata la stagione autunnale che già si pensa alla primavera e all’estate del prossimo anno… Non facciamo in tempo a mettere di lato i vestiti leggeri che le case di Moda ci anticipano cosa indosseremo nelle prossime stagioni calde… E i capelli?! Quali saranno le acconciature da cui trarre ispirazione e magari da provare subito, senza aspettare il 2020! Ecco tutte le novità più salienti tratte dalle passerelle della Milano Fashion Week Spring/Summer 2020

Sotto dalla sfilata di Armani… Il trionfo del gioco degli intrecci, che ormai sta diventando il suo marchio di fabbrica per quanto riguarda le acconciature. Torchon micro o più grandi fissati con piccoli elastici danno vita a un look costruito ma al contempo spettinato.Sotto dalla sfilata di MissoniDecori floreali minimal di una bellezza eterea e bohémien ispirata agli anni ’70 e alla coppia Jane Birkin e Serge Gainsbourg.Sotto dalla sfilata di Antonio MarrasTrecce decorate con tessuto che riprende le acconciature delle principesse giapponesi…Sotto dalla sfilata di AlbagiaAcconciature realizzate con un wet look nella parte iniziale della testa e in movimento sulla parte posteriore con un effetto ondulato, realizzato con oli.Sotto dalla sfilata di FendiDouble Bun un po’ arruffati di ispirazione anni ’90. In stile fumetto Sailor Moon, informali e easy chic, facili da replicare.Sotto dalla sfilata di Max Mara… L’hair look ha preso ispirazione da Nova, la rivista politicamente radicale e provocatoria degli anni ’70, che sosteneva il potere delle donne. Trecce pratiche e forti, da portare con un capellino trendySotto dalla sfilata di Moschino… Abiti ispirati ai dipinti e all’arte del grande Picasso… e i capelli raccolti in uno stretto chignon. La chioma è colorata anzi dipinta a mano dal team di hairstylist di GHD.Sotto dalla sfilata di Versace… Qualche ciocca decoro sulla fronte… hairstyle wet e tirato indietro… e anche questo stile sta diventando un marchio di fabbrica di casa Versace.Sotto dalla sfilata di Blumarine… I capelli sono liberi ma allo stesso tempo con un tocco di eleganza sulla parte anteriore con un accenno di struttura.Sotto dalla sfilata di MarniLe acconciature più scenografiche e appariscenti acconciature viste durante questa fashion week milanese… I capelli quasi costruiti e impregnati di malta in cui sono imprigionati fiori.Sotto dalla sfilata di Maison Martin Margiela Il focus è sul capello iper lavorato, strutturato ad hoc, con l’uso anche di extension.Sotto dalla sfilata di Anteprima… È stata realizzata una low pony tail leggermente spettinata nella parte alta in modo da lasciare dei baby hair liberi, e con delle sezioni di capelli che si annodano e incrociano sulla lunghezza della coda come a simulare un intreccio.Sotto dalla sfilata di AnnaKikiCoda alta laterale con ciuffo scultura.Sotto dalla sfilata di Dolce & GabbanaRaccolto morbido a volte accompagnato da accessori quali foulard svolazzanti.Sotto dalla sfilata di Ermanno ScervinoFinger Waves, onde sofisticate di ispirazione anni ’20.Sotto dalla sfilata di Prada La parte anteriore tirata, lucidata e “appiccicata” alla testa, da l’allure rétro e androgina.Sotto dalla sfilata di Iceberg… Propone acconciature futuristiche… Il colore degli occhi dai toni pastello si deposita anche sulle ciocche… come ad interpretare dei moderni graffiti urbani.Sotto dalla sfilata di United Colors of Benetton… Segue il trend del momento del Wet Look… Capelli con la riga di lato, con qualche ciocca che sfugge alla struttura e cerca di occupare la fronte.

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Milk Tea Hair

Il mondo del cibo e delle bevande negli ultimi anni ci ha regalato numerose ispirazioni per cambiare il colore  dei capelli. Nuove miscele di toni caldi e freddi, vividi e tenui sono state create dagli esperti della colorazione. E’ il mercato che lo richiede, infatti i cambi di look capelli ormai avvengono alla velocità di una passata di make-up e tonalità senza precedenti spuntano come funghi nell’universo, ormai a tinte arcobaleno sono le palette dei parrucchieriCome veri e propri chef del colore, questi mettono a punto le ricette! Una volta “testata la ricetta”, la loro creazione viene diffusa sui social network per diventare the last hot trend, cioè la tendenza da provare subito, proprio come si fa per il mondo del food & drinkUno dei prossimi tormentoni di Instagram sarà un colore che riuscirà a mettere d’accordo le bionde e le brune, le asiatiche e le occidentali, chi ama nuance fredde e chi più calde… Si tratta di un colore che rappresenta l’equilibrio che sta nel mezzo, e già dal nome è comprensibile: Milk Tea Hair, o semplicemente Tè con il LatteUn hashtag #milteahair dedicato con numerosi post che crescono giorno dopo giorno danno un’idea di questo colore, fatto di una base castana dorata come la bevanda tanto amata dagli Inglesi… Non solo, dipende da quale varietà di Tè si sceglie in partenza… per poi aggiungere un goccio di latte… anzi per la precisione uno splash!Risultato?! Ovvio, a seconda la varietà del Tè e dell’intensità dello splash di latte il risultato non sarà mai lo stesso! La sua versatilità passa per variazioni di chiaroscuri e virtuosismi di cocktail di toni caldi e freddi posizionati dalla base alle punte o solo come nastri di colore che percorrono le lunghezze… perché le strade dei Milk Tea Hair sono infinite!

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share