Chin Lenght Bob

“Il taglio è l’accessorio di bellezza per eccellenza…
L’unico di cui una donna non può separarsi anche di notte…”

Questo è quello che ha dichiarato John Nollet, l’Hairstylist che ha realizzato il Chin Lenght Bob di Monica Bellucci, qualche giorno prima del suo compleanno… L’attrice, in completo giacca e pantalone bianco abbinato ad una camicia nera trasparente, ha sfoggiato un nuovo caschetto corto, lasciandosi alle spalle anni ed anni di look con i capelli lunghi… e tutto si è svolto in occasione della sfilata dei suoi amici stilisti Dolce & Gabbana, durante la recente Milano Fashion Week. Inutile dire quanto il suo look ci abbia guadagnato in freschezza. Monica insieme al suo parrucchiere, non ha scelto il classico Blunt Bob che arriva a metà collo, ma la sua versione più estrema, corta all’altezza del mento e dalle punte arrotondate… Infatti Chin Lenght Bob, vuol dire letteralmente: caschetto all’altezza del mentoJohn Nollet ha realizzato per i suoi 55 anni un taglio su misura che le “liftasse” il viso e che, allo stesso tempo, le illuminasse il colore intenso dei suoi capelli… Il risultato?! Un Bellucci-carrè strepitoso!… Très chic!!! Il Chin Lenght Bob potrebbe essere un escamotage beauty per camuffare una frangia che cresce lentamente… Senza dubbio è un taglio che può essere inserito a pieno titolo tra gli hairstyle anti-age che tolgono anni dal viso… Ma, soprattutto, un anticipo di tendenza dei tagli proposti dai saloni per questo autunno-inverno 2019/2020… Sotto alcuni esempi di celebrities che recentemente hanno già scelto il famoso caschetto “che sfiora” il mento… con diverse variazioni stilistiche da cui prendere ispirazione!

Sotto Rita OraSotto Kaia GerberSotto Lucy BoyntonSotto Jodie FosterSotto Anja RubikSotto Cate BlanchettSotto Diane KrugerSotto Jennifer LawrenceSotto Keira KnightleySotto Rosamund PikeSotto Emilia ClarkeSotto Lucy HaleSotto Jaimie AlexanderSotto Jenny MccarthySotto Charlize TheronSotto Christina Aguilera

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Milano Fashion Week SS 2020

E’ appena iniziata la stagione autunnale che già si pensa alla primavera e all’estate del prossimo anno… Non facciamo in tempo a mettere di lato i vestiti leggeri che le case di Moda ci anticipano cosa indosseremo nelle prossime stagioni calde… E i capelli?! Quali saranno le acconciature da cui trarre ispirazione e magari da provare subito, senza aspettare il 2020! Ecco tutte le novità più salienti tratte dalle passerelle della Milano Fashion Week Spring/Summer 2020

Sotto dalla sfilata di Armani… Il trionfo del gioco degli intrecci, che ormai sta diventando il suo marchio di fabbrica per quanto riguarda le acconciature. Torchon micro o più grandi fissati con piccoli elastici danno vita a un look costruito ma al contempo spettinato.Sotto dalla sfilata di MissoniDecori floreali minimal di una bellezza eterea e bohémien ispirata agli anni ’70 e alla coppia Jane Birkin e Serge Gainsbourg.Sotto dalla sfilata di Antonio MarrasTrecce decorate con tessuto che riprende le acconciature delle principesse giapponesi…Sotto dalla sfilata di AlbagiaAcconciature realizzate con un wet look nella parte iniziale della testa e in movimento sulla parte posteriore con un effetto ondulato, realizzato con oli.Sotto dalla sfilata di FendiDouble Bun un po’ arruffati di ispirazione anni ’90. In stile fumetto Sailor Moon, informali e easy chic, facili da replicare.Sotto dalla sfilata di Max Mara… L’hair look ha preso ispirazione da Nova, la rivista politicamente radicale e provocatoria degli anni ’70, che sosteneva il potere delle donne. Trecce pratiche e forti, da portare con un capellino trendySotto dalla sfilata di Moschino… Abiti ispirati ai dipinti e all’arte del grande Picasso… e i capelli raccolti in uno stretto chignon. La chioma è colorata anzi dipinta a mano dal team di hairstylist di GHD.Sotto dalla sfilata di Versace… Qualche ciocca decoro sulla fronte… hairstyle wet e tirato indietro… e anche questo stile sta diventando un marchio di fabbrica di casa Versace.Sotto dalla sfilata di Blumarine… I capelli sono liberi ma allo stesso tempo con un tocco di eleganza sulla parte anteriore con un accenno di struttura.Sotto dalla sfilata di MarniLe acconciature più scenografiche e appariscenti acconciature viste durante questa fashion week milanese… I capelli quasi costruiti e impregnati di malta in cui sono imprigionati fiori.Sotto dalla sfilata di Maison Martin Margiela Il focus è sul capello iper lavorato, strutturato ad hoc, con l’uso anche di extension.Sotto dalla sfilata di Anteprima… È stata realizzata una low pony tail leggermente spettinata nella parte alta in modo da lasciare dei baby hair liberi, e con delle sezioni di capelli che si annodano e incrociano sulla lunghezza della coda come a simulare un intreccio.Sotto dalla sfilata di AnnaKikiCoda alta laterale con ciuffo scultura.Sotto dalla sfilata di Dolce & GabbanaRaccolto morbido a volte accompagnato da accessori quali foulard svolazzanti.Sotto dalla sfilata di Ermanno ScervinoFinger Waves, onde sofisticate di ispirazione anni ’20.Sotto dalla sfilata di Prada La parte anteriore tirata, lucidata e “appiccicata” alla testa, da l’allure rétro e androgina.Sotto dalla sfilata di Iceberg… Propone acconciature futuristiche… Il colore degli occhi dai toni pastello si deposita anche sulle ciocche… come ad interpretare dei moderni graffiti urbani.Sotto dalla sfilata di United Colors of Benetton… Segue il trend del momento del Wet Look… Capelli con la riga di lato, con qualche ciocca che sfugge alla struttura e cerca di occupare la fronte.

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share