Chin Lenght Bob

“Il taglio è l’accessorio di bellezza per eccellenza…
L’unico di cui una donna non può separarsi anche di notte…”

Questo è quello che ha dichiarato John Nollet, l’Hairstylist che ha realizzato il Chin Lenght Bob di Monica Bellucci, qualche giorno prima del suo compleanno… L’attrice, in completo giacca e pantalone bianco abbinato ad una camicia nera trasparente, ha sfoggiato un nuovo caschetto corto, lasciandosi alle spalle anni ed anni di look con i capelli lunghi… e tutto si è svolto in occasione della sfilata dei suoi amici stilisti Dolce & Gabbana, durante la recente Milano Fashion Week. Inutile dire quanto il suo look ci abbia guadagnato in freschezza. Monica insieme al suo parrucchiere, non ha scelto il classico Blunt Bob che arriva a metà collo, ma la sua versione più estrema, corta all’altezza del mento e dalle punte arrotondate… Infatti Chin Lenght Bob, vuol dire letteralmente: caschetto all’altezza del mentoJohn Nollet ha realizzato per i suoi 55 anni un taglio su misura che le “liftasse” il viso e che, allo stesso tempo, le illuminasse il colore intenso dei suoi capelli… Il risultato?! Un Bellucci-carrè strepitoso!… Très chic!!! Il Chin Lenght Bob potrebbe essere un escamotage beauty per camuffare una frangia che cresce lentamente… Senza dubbio è un taglio che può essere inserito a pieno titolo tra gli hairstyle anti-age che tolgono anni dal viso… Ma, soprattutto, un anticipo di tendenza dei tagli proposti dai saloni per questo autunno-inverno 2019/2020… Sotto alcuni esempi di celebrities che recentemente hanno già scelto il famoso caschetto “che sfiora” il mento… con diverse variazioni stilistiche da cui prendere ispirazione!

Sotto Rita OraSotto Kaia GerberSotto Lucy BoyntonSotto Jodie FosterSotto Anja RubikSotto Cate BlanchettSotto Diane KrugerSotto Jennifer LawrenceSotto Keira KnightleySotto Rosamund PikeSotto Emilia ClarkeSotto Lucy HaleSotto Jaimie AlexanderSotto Jenny MccarthySotto Charlize TheronSotto Christina Aguilera

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Milano Fashion Week SS 2020

E’ appena iniziata la stagione autunnale che già si pensa alla primavera e all’estate del prossimo anno… Non facciamo in tempo a mettere di lato i vestiti leggeri che le case di Moda ci anticipano cosa indosseremo nelle prossime stagioni calde… E i capelli?! Quali saranno le acconciature da cui trarre ispirazione e magari da provare subito, senza aspettare il 2020! Ecco tutte le novità più salienti tratte dalle passerelle della Milano Fashion Week Spring/Summer 2020

Sotto dalla sfilata di Armani… Il trionfo del gioco degli intrecci, che ormai sta diventando il suo marchio di fabbrica per quanto riguarda le acconciature. Torchon micro o più grandi fissati con piccoli elastici danno vita a un look costruito ma al contempo spettinato.Sotto dalla sfilata di MissoniDecori floreali minimal di una bellezza eterea e bohémien ispirata agli anni ’70 e alla coppia Jane Birkin e Serge Gainsbourg.Sotto dalla sfilata di Antonio MarrasTrecce decorate con tessuto che riprende le acconciature delle principesse giapponesi…Sotto dalla sfilata di AlbagiaAcconciature realizzate con un wet look nella parte iniziale della testa e in movimento sulla parte posteriore con un effetto ondulato, realizzato con oli.Sotto dalla sfilata di FendiDouble Bun un po’ arruffati di ispirazione anni ’90. In stile fumetto Sailor Moon, informali e easy chic, facili da replicare.Sotto dalla sfilata di Max Mara… L’hair look ha preso ispirazione da Nova, la rivista politicamente radicale e provocatoria degli anni ’70, che sosteneva il potere delle donne. Trecce pratiche e forti, da portare con un capellino trendySotto dalla sfilata di Moschino… Abiti ispirati ai dipinti e all’arte del grande Picasso… e i capelli raccolti in uno stretto chignon. La chioma è colorata anzi dipinta a mano dal team di hairstylist di GHD.Sotto dalla sfilata di Versace… Qualche ciocca decoro sulla fronte… hairstyle wet e tirato indietro… e anche questo stile sta diventando un marchio di fabbrica di casa Versace.Sotto dalla sfilata di Blumarine… I capelli sono liberi ma allo stesso tempo con un tocco di eleganza sulla parte anteriore con un accenno di struttura.Sotto dalla sfilata di MarniLe acconciature più scenografiche e appariscenti acconciature viste durante questa fashion week milanese… I capelli quasi costruiti e impregnati di malta in cui sono imprigionati fiori.Sotto dalla sfilata di Maison Martin Margiela Il focus è sul capello iper lavorato, strutturato ad hoc, con l’uso anche di extension.Sotto dalla sfilata di Anteprima… È stata realizzata una low pony tail leggermente spettinata nella parte alta in modo da lasciare dei baby hair liberi, e con delle sezioni di capelli che si annodano e incrociano sulla lunghezza della coda come a simulare un intreccio.Sotto dalla sfilata di AnnaKikiCoda alta laterale con ciuffo scultura.Sotto dalla sfilata di Dolce & GabbanaRaccolto morbido a volte accompagnato da accessori quali foulard svolazzanti.Sotto dalla sfilata di Ermanno ScervinoFinger Waves, onde sofisticate di ispirazione anni ’20.Sotto dalla sfilata di Prada La parte anteriore tirata, lucidata e “appiccicata” alla testa, da l’allure rétro e androgina.Sotto dalla sfilata di Iceberg… Propone acconciature futuristiche… Il colore degli occhi dai toni pastello si deposita anche sulle ciocche… come ad interpretare dei moderni graffiti urbani.Sotto dalla sfilata di United Colors of Benetton… Segue il trend del momento del Wet Look… Capelli con la riga di lato, con qualche ciocca che sfugge alla struttura e cerca di occupare la fronte.

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Milk Tea Hair

Il mondo del cibo e delle bevande negli ultimi anni ci ha regalato numerose ispirazioni per cambiare il colore  dei capelli. Nuove miscele di toni caldi e freddi, vividi e tenui sono state create dagli esperti della colorazione. E’ il mercato che lo richiede, infatti i cambi di look capelli ormai avvengono alla velocità di una passata di make-up e tonalità senza precedenti spuntano come funghi nell’universo, ormai a tinte arcobaleno sono le palette dei parrucchieriCome veri e propri chef del colore, questi mettono a punto le ricette! Una volta “testata la ricetta”, la loro creazione viene diffusa sui social network per diventare the last hot trend, cioè la tendenza da provare subito, proprio come si fa per il mondo del food & drinkUno dei prossimi tormentoni di Instagram sarà un colore che riuscirà a mettere d’accordo le bionde e le brune, le asiatiche e le occidentali, chi ama nuance fredde e chi più calde… Si tratta di un colore che rappresenta l’equilibrio che sta nel mezzo, e già dal nome è comprensibile: Milk Tea Hair, o semplicemente Tè con il LatteUn hashtag #milteahair dedicato con numerosi post che crescono giorno dopo giorno danno un’idea di questo colore, fatto di una base castana dorata come la bevanda tanto amata dagli Inglesi… Non solo, dipende da quale varietà di Tè si sceglie in partenza… per poi aggiungere un goccio di latte… anzi per la precisione uno splash!Risultato?! Ovvio, a seconda la varietà del Tè e dell’intensità dello splash di latte il risultato non sarà mai lo stesso! La sua versatilità passa per variazioni di chiaroscuri e virtuosismi di cocktail di toni caldi e freddi posizionati dalla base alle punte o solo come nastri di colore che percorrono le lunghezze… perché le strade dei Milk Tea Hair sono infinite!

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Wet Look Anni ’90

Il ritorno degli anni ’90 sui capelli, non è evidente solo per l’uso degli accessori di ispirazione “nineties”, come gli elastici foderati, i famosi Scrunchies… o i mega fermagli diffusi ultimamente da tutte le case di Moda… ma si può vedere anche in uno stile particolare di acconciatura che è rispuntata con grande fervore nelle ultime sfilate e su tutti i red carpet… Si tratta del Wet Look l’hairstyle effetto bagnato, non solo pensato per la stagione estiva, ma lo vedremo anche nei prossimi mesi, e le ultime passerelle autunno/inverno 2019/2020 confermano questo revival… Pensate che negli anni ’90 una delle prime donne viste sfoggiare questo tipo di look elegante e raffinato, ma molto “alternativo” per quell’epoca, sia durante i servizi fotografici e sia in occasione dei red carpet, fu la principessa Lady Diana

Sotto Lady Diana fotografata da Mario TestinoSotto Lady Diana durante un evento di beneficenza

Quessto sta a dimostrare che il Wet Look è un’acconciatura totalmente “trasversale”… adatta sia per outfit casual e modaioli… e indicata anche per le occasioni esclusive dove si vuole apparire glamour e sofisticateCapelli lunghi, medi o cortisciolti, semi raccolti, raccolti in chignon o in ponytail… o addirittura con un ulteriore effetto messy… non importa… c’è un giusto effetto bagnato per tutte!

Sotto Bella Hadid per VersaceSotto Barbara Palvin per la rivista GQSotto Kim Kardashian con un moderno Wet Wavy Long BobSotto Rita OraSotto Selena GomezSotto sempre Selena Gomez per la rivista CosmopolitanSotto Julianne HoughSotto Emma WatsonSotto Carey Mulligan per la rivista Harper’s Bazaar
Sotto Lucy HaleSotto Cara Delevingne per Stella McCartneySotto Kendall Jenner per Chanel con uno Wet Chignon a conchigliaSotto Miriam LeoneSotto Chiara FerragniSotto sempre Chiara Ferragni con una Wet Ponytail Sotto Taylor Swift dimostra che non sempre bisogna portare indietro i capelliSotto Gigi HadidSotto sempre Gigi Hadid per PradaSotto Amber HeardSotto sempre Amber Heard con un Messy Wet HairlookSotto Bella HeathcoteSotto Rihanna per la rivista VOGUE

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Doppio Taglio

I tagli che hanno spopolato quest’anno 2019 sono stati sicuramente: il bob geometrico e il carrè sfilato… insieme ad una componente che è stata protagonista: la frangia… considerata quasi “un accessorio” da indossare sul viso Lunga, corta, da portare con taglio shag e persino sui capelli ricci… Declinata anche come un classico ciuffo sulla fronte… è stato lo styling più amato dell’anno… Ora però la moda della frangia si sta spingendo oltre i canoni più classici… Se andiamo a sbirciare quali tagli ci proporranno gli esperti nelle prossime stagioni, scopriremo che sta nascendo un nuovo tipo di frangia (se così possiamo chiamarla): la frangia lunga e aperta… chiamata anche: “la frangia a elmetto”La frangia a elmetto, lascia la parte frontale del viso scoperta, senza apparenti ciuffi sulla fronte, creando una e vera e propria tendina se vista di profiloLa particolarità di questo haircut un po’ dal sapore futuristico, sta proprio nel “doppio taglio”: il primo più lungo rispetto al secondo decisamente più corto, che arriva circa all’altezza delle orecchie, così che nelle zone laterali si viene a creare appunto una specie di frangiaE’ stato definito da molti hairstylitsts: un taglio “a doppio taglio”… non solo per come si presenta e per come si ottiene… ma anche per il rischio di portabilità!… Perché non sempre un taglio del genere può valorizzare il viso… magari è usato solo per “esigenze di copione”, per esempio: una sfilata in passerella… Insomma, il doppio taglio è amato e odiato allo stesso tempo…Però il futuro della moda è anche questo: tenere in considerazione le tendenze che al momento ci sembrano strane e inspiegabili… ma che evolvendosi possono essere adottate e divulgate da molti, con la possibilità che si confermino il trend del momento Se consideriamo che questo “doppio taglio” può evocare il Mullet tipico degli anni ’80, tutto ci può sembrare più chiaro… In fondo “il doppio taglio” è la trasformazione di un taglio già visto, che all’epoca suscitò scalpore e non poche polemiche… e che veniva considerato “importabile” e poco femminile… Ma questo non frenò la sua avanzata, anzi… Negli anni successivi il Mullet è stato “ripescato” dagli stilisti diverse volte… ed è tuttora considerato il taglio più alternativo che si sia mai proposto… Dall’aspetto moderno e completamente fuori dagli schemi… come dimostrano gli esempi sotto…

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share