Wet Look Anni ’90

Il ritorno degli anni ’90 sui capelli, non è evidente solo per l’uso degli accessori di ispirazione “nineties”, come gli elastici foderati, i famosi Scrunchies… o i mega fermagli diffusi ultimamente da tutte le case di Moda… ma si può vedere anche in uno stile particolare di acconciatura che è rispuntata con grande fervore nelle ultime sfilate e su tutti i red carpet… Si tratta del Wet Look l’hairstyle effetto bagnato, non solo pensato per la stagione estiva, ma lo vedremo anche nei prossimi mesi, e le ultime passerelle autunno/inverno 2019/2020 confermano questo revival… Pensate che negli anni ’90 una delle prime donne viste sfoggiare questo tipo di look elegante e raffinato, ma molto “alternativo” per quell’epoca, sia durante i servizi fotografici e sia in occasione dei red carpet, fu la principessa Lady Diana

Sotto Lady Diana fotografata da Mario TestinoSotto Lady Diana durante un evento di beneficenza

Quessto sta a dimostrare che il Wet Look è un’acconciatura totalmente “trasversale”… adatta sia per outfit casual e modaioli… e indicata anche per le occasioni esclusive dove si vuole apparire glamour e sofisticateCapelli lunghi, medi o cortisciolti, semi raccolti, raccolti in chignon o in ponytail… o addirittura con un ulteriore effetto messy… non importa… c’è un giusto effetto bagnato per tutte!

Sotto Bella Hadid per VersaceSotto Barbara Palvin per la rivista GQSotto Kim Kardashian con un moderno Wet Wavy Long BobSotto Rita OraSotto Selena GomezSotto sempre Selena Gomez per la rivista CosmopolitanSotto Julianne HoughSotto Emma WatsonSotto Carey Mulligan per la rivista Harper’s Bazaar
Sotto Lucy HaleSotto Cara Delevingne per Stella McCartneySotto Kendall Jenner per Chanel con uno Wet Chignon a conchigliaSotto Miriam LeoneSotto Chiara FerragniSotto sempre Chiara Ferragni con una Wet Ponytail Sotto Taylor Swift dimostra che non sempre bisogna portare indietro i capelliSotto Gigi HadidSotto sempre Gigi Hadid per PradaSotto Amber HeardSotto sempre Amber Heard con un Messy Wet HairlookSotto Bella HeathcoteSotto Rihanna per la rivista VOGUE

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Doppio Taglio

I tagli che hanno spopolato quest’anno 2019 sono stati sicuramente: il bob geometrico e il carrè sfilato… insieme ad una componente che è stata protagonista: la frangia… considerata quasi “un accessorio” da indossare sul viso Lunga, corta, da portare con taglio shag e persino sui capelli ricci… Declinata anche come un classico ciuffo sulla fronte… è stato lo styling più amato dell’anno… Ora però la moda della frangia si sta spingendo oltre i canoni più classici… Se andiamo a sbirciare quali tagli ci proporranno gli esperti nelle prossime stagioni, scopriremo che sta nascendo un nuovo tipo di frangia (se così possiamo chiamarla): la frangia lunga e aperta… chiamata anche: “la frangia a elmetto”La frangia a elmetto, lascia la parte frontale del viso scoperta, senza apparenti ciuffi sulla fronte, creando una e vera e propria tendina se vista di profiloLa particolarità di questo haircut un po’ dal sapore futuristico, sta proprio nel “doppio taglio”: il primo più lungo rispetto al secondo decisamente più corto, che arriva circa all’altezza delle orecchie, così che nelle zone laterali si viene a creare appunto una specie di frangiaE’ stato definito da molti hairstylitsts: un taglio “a doppio taglio”… non solo per come si presenta e per come si ottiene… ma anche per il rischio di portabilità!… Perché non sempre un taglio del genere può valorizzare il viso… magari è usato solo per “esigenze di copione”, per esempio: una sfilata in passerella… Insomma, il doppio taglio è amato e odiato allo stesso tempo…Però il futuro della moda è anche questo: tenere in considerazione le tendenze che al momento ci sembrano strane e inspiegabili… ma che evolvendosi possono essere adottate e divulgate da molti, con la possibilità che si confermino il trend del momento Se consideriamo che questo “doppio taglio” può evocare il Mullet tipico degli anni ’80, tutto ci può sembrare più chiaro… In fondo “il doppio taglio” è la trasformazione di un taglio già visto, che all’epoca suscitò scalpore e non poche polemiche… e che veniva considerato “importabile” e poco femminile… Ma questo non frenò la sua avanzata, anzi… Negli anni successivi il Mullet è stato “ripescato” dagli stilisti diverse volte… ed è tuttora considerato il taglio più alternativo che si sia mai proposto… Dall’aspetto moderno e completamente fuori dagli schemi… come dimostrano gli esempi sotto…

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Shag alla Francese

Ogni estate si è alla ricerca di un taglio di capelli che come prima caratteristica deve essere “low maintenance”, a bassa manutenzione… cioè il taglio deve essere facile da gestire… così anche da renderlo perfetto e pratico per le vacanze… E anche se la piega risulta essere un po’ messy, non importa, il risultato finale deve essere leggero e glamour… Gli esperti hanno ribattezzato questo haircut come Il taglio Shag alla Francese, perché bene interpreta lo stile sexy, sbarazzino, morbido… che evoca l’allure dello stile francese

Sotto Juliette Binoche

Il “mantra” delle parigine, del resto, è essere “effortless chic”, cioè essere chic senza sforzo… cioè eleganti, ma mai sembrare troppo artefatte e patinate… Ecco perché tante scalature e lunghezze sfilate nello stesso taglio sono adatti a ricreare questa tendenza “parisienne”

Sotto Charlotte Gainsbourg

Se poi a questo si aggiunge la passione delle francesi per la frangetta… chi la porta più lunga, chi più corta, chi aperta a sipario, chi come ciuffo leggermente laterale, spesso rivisitata in stile messy

Sotto Milla JovovichSotto Cecile Cassel

Potrebbe essere anche un escamotage” per nascondere rughe e dintorni… C’è da dire che questo tipo di taglio ha potere di incorniciare alla perfezione qualsiasi viso, di ogni età… La frangia abbinata al taglio Shag è sempre vincente!

Sotto Isabelle AdjaniSotto Emmanuelle Seigner

Per non parlare dell’importanza della lunghezza del taglio Shag alla Francese, che non si esprime solo sui capelli medio-corti… ma a volte va dal mento alle spalle, talvolta superandole… Quindi i capelli lunghi si presentano scalati, sempre con quell’impronta Shag che li rende moderni e contemporanei… Una scelta strategica e molto femminile… e che sta bene sia se i capelli sono asciugati all’aria, sia se sono phonati con piega da salone… perché in entrambi i casi assumono sempre un aspetto “spontaneo”

Sotto Aymeline ValadeSotto Cristina Herrmann

Ultimo dettaglio che non lascia indifferenti è il colore dei capelli… Deve essere il più naturale possibile… Per chi ha i capelli scuri, sono ammessi dei riflessi invisibili, qua e là per imitare la schiaritaura baciata dal sole… Ma le sfumature devono essere sempre discrete… e mai scegliere colori eccentrici perché sia veramente in stile francese!

Sotto Marion Cotillard

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Caschetto Sfilato

Pratico, divertente, leggero, solare… queste sono le caratteristiche del Caschetto Sfilato… Questo è il taglio dell’estate 2019 per eccellenza che continua a conquistare le teste di tante celebrities… In vacanza lo style dinamico risulta essere comodo e versatile… e questo tipo di taglio esprime subito movimentonon è noioso, ed è un’iniezione di leggerezza per viso e capelli

Sotto Cara Delevingne, testimonial della recente campagna pubblicitaria di Puma… La modella non poteva accontentarsi di un bob liscio da “brava ragazza”… Doveva, a modo suo, rompere le righe… E così anche le sfilature del suo caschetto risultano rocke portato tutto da un lato le conferisce ancora più grinta

Sotto Kate Moss per la nuovissima campagna pubblicitaria di Giorgio Armani Autunno/Inverno 2019/2020Il caschetto qui ha evidenti scalature che lo rendono subito elegante e sofisticato La frangia rende il viso più intrigante e non fa perdere leggerezza ai lineamenti, anzi aggiunge un tocco di gusto contemporaneo… Un taglio moderno, questa è una vera anticipazione fra le tendenze che vedremo nelle prossime stagioni…

Il Caschetto Sfilato non deve mettere alla prova la nostra abilità di realizzare la piega perfetta… infatti non si sconsiglia uno styling troppo forzato che toglie lo spirito naturale a questo look… ma allo stesso tempo il risultato ottenuto è il giudice severo della bravura del parrucchiere!

Sotto Jessica Chastain

Le scalature del taglio richiedono un sapiente uso di forbici… Infatti la scalatura, oltre a essere sinonimo di un lavoro correttamente eseguito, è un dettaglio tecnico molto importante per dare risalto al contorno del taglio che perderebbe di definizione e di volume soprattutto sulle lunghezze…

Sotto Drew Barrymore

Insomma, dietro a questa apparente semplicità c’è un lavoro certosino!… In generale la bellezza del caschetto è la sua allure fresca e naturale. Inoltre è il desiderio di tutte, avere un taglio “a zero manutenzione”, soprattutto quando il caldo non invoglia a usare il phon e la piastraIl caschetto sfilato si presta alle alte temperature, mettete di lato dunque i ferri del mestiere, servono solo dei prodotti per disciplinare il crespo… In vacanza si consiglia vivamente di asciugare i capelli al sole, il caschetto si porta tutto spettinato o mosso da leggere beach waves… Sia per i capelli lisci sia per quelli ricci si consiglia di pettinarli e di applicare delle creme da giorno idratanti che nutrono e danno texture alla chioma

Sotto Hailey BaldwinSotto Scarlett JohanssonSotto Alexa ChungSotto Karlie KlossSotto Vanessa HudgensSotto Lucy BoyntonSotto Emily BluntSotto Emma Roberts

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share

Invisible Haircut

Il metodo “Invisible Haircut”, tradotto “Il Taglio Invisibile”, è la tecnica di taglio portata avanti da Rossano Ferretti, uno degli hair stylist più famosi del momento… E’ il parrucchiere di tante celebrities: da Kate Middleton a Lady Gaga, da Salma Hayek a Jennifer Lawrence… e adotta la sua tecnica di taglio in tutti e 24 i saloni che portano il suo nome sparsi in ogni angolo del Mondo… Ma in realtà in che cosa consiste “Il Taglio Invisibile”?Ecco come lo spiega alla stampa lo stesso Ferretti: «Tutti i parrucchieri hanno sempre tagliato i capelli in maniera geometrica… in molti, purtroppo, lo fanno ancora oggi. La geometria non è applicabile ad una materia viva e naturale come il capello. Il capello non puoi costruirlo a tuo piacimento, come faresti progettando un muro quadrato o rettangolare. È il capello a decidere dove andare: se non lo si segue nella sua caduta naturale, finisce per tornare dove vuole!».In poche parole, il taglio c’è, ma non è visibile in modo geometrico! Il taglio si basa sulla caduta naturale dei capelli e non rientra in uno schema di geometrie forzate.Il Taglio Invisibile rivoluziona quindi il concetto stesso di taglio, interpretando le chiome nel rispetto di qualsiasi diversità… La tecnica è stata costruita per seguire tutte le tipologie di capelli, che siano lisci o ricci, fini o spessi, mossi o crespi… o che il risultato finale sia corto o lungo L’Invisible Haircut permette di intervenire in maniera libera, in base alla natura stessa della capigliatura. Di frequente, alcuni parrucchieri effettuano il taglio, dopo l’utilizzo di spazzola e phon, cioè sistemano ciò che le forbici non hanno fattoRossano Ferretti invece non asciuga mai i capelli prima del taglio, perché secondo la sua teoria: deve essere il taglio a parlare e non la piega. Infatti, la naturale “direzione-caduta” dei capelli umidi non è condizionata da un’eventuale piega che vuole imporre il parrucchiere, quindi si evita a priori di costruire delle geometrieDunque niente schemi geometrici, con l’Invisible Haircut viene fuori il naturale movimento dei capelli… e di volta in volta si realizza un taglio personalizzato, che si adatta al viso e allo stile di vita della cliente… perché è grazie alla natura stessa dei capelli della cliente che si ottiene questo risultatoIl taglio c’è ma non si vede!

Sotto alcune celebrities i cui capelli sono stati tagliati e acconciati personalmente da Rossano Ferretti in occasione di alcuni eventi…

Sotto Salma HayekSotto Jennifer LawrenceSotto Lady GagaSotto Kate Middleton

A cura di ©www.SoniaBaglieri.com

Share